Dal 1994 per Mediaset, Sky e altri, LA COSA garantisce soluzioni sicure per il suono di migliaia di produzioni di media, comunicazione e entertainment Radio o Televisione, Cinema o Pubblicità, Comunicazione o Eventi, Discografia o Multimedia, Editoria o Web, qualunque sia il vostro mondo.

+39022511131 INFO@LACOSA.IT

Comunicato l’accordo pluriennale fra Sky e Warner

On Air

Comunicato l’accordo pluriennale fra Sky e Warner

La pay tv della galassia Comcast e Warner Media ha comunicato l’accordo per una partnership pluriennale che include tutti i mercati in cui opera Sky in Europa, Italia compresa. Le parole di Gary Davey, ceo Sky Studios: “La nostra partnership con Hbo e ora con Warner Media non è mai stata cosi forte. Sky continua a crescere come media company leader dell’intrattenimento in Europa, i clienti adorano le nostre produzioni originali e, Sky Studios e Hbo Max insieme, offriranno ancora più contenuti che non sarà possibile trovare da nessuna parte”.
“Siamo entusiasti di aver trovato nuovi modi per consolidare il nostro lungo rapporto con Sky e di dare una nuova e più grande dimensione ai contenuti di qualità che continuiamo a offrire ai consumatori”.
Sky continuerà ad avere l’esclusiva per i prodotti Hbo estendendo in Italia l’accordo anche ai film Warner Bros e includendo un maggior numero di contenuti on demand di Cartoon Network e Boomerang.
Il tema delle coproduzioni che vede impegnati Sky Studios e Hbo non è poi banale, considerando che la liaison fra Sky e Hbo ha generato contenuti di successo. Per quanto riguarda Sky, in Italia sta proseguendo nel suo percorso di integrazione nella famiglia Comcast e continua nella sua marcia di avvicinamento al lancio del cosiddetto “servizio broadband” che, a valle dell’accordo con Open Fiber, permetterà a Sky di offrire anche connettività. Quanto a Warner, negli Usa sono stati svelati i dettagli del nuovo servizio di streaming a pagamento che sarà operativo negli Usa a partire da Maggio 2020. Un mercato, quello dello streaming, in cui stanno per entrare in campo i grandi competitor di Netflix e Amazon Prima, a partire da Apple per proseguire con il servizio streaming “Hbo Now”, che punterà a far valere i suoi asset ad un prezzo di 14,99 dollari al mese (prezzo più alto del mercato).