Dal 1994 per Mediaset, Sky e altri, LA COSA garantisce soluzioni sicure per il suono di migliaia di produzioni di media, comunicazione e entertainment Radio o Televisione, Cinema o Pubblicità, Comunicazione o Eventi, Discografia o Multimedia, Editoria o Web, qualunque sia il vostro mondo.

+39022511131 INFO@LACOSA.IT

Mediaset slitta sotto il recesso, Vivendi chiede il voto doppio

On Air

Mediaset slitta sotto il recesso, Vivendi chiede il voto doppio

Mediaset scende per la prima volta in Borsa sotto il prezzo del recesso (2,77 euro), con una chiusura a 2,749 euro (-1,65%). Peggiora il clima tra Fininvest-Mediaset e Bollorè-Vivendi iniziato con il tentativo del colosso francese di acquisire la maggioranza delle quote di Mediaset nel tentativo di raggiungere la soglia dell’Opa. Mediaset depositerà esposto alla Consob relativo al comportamento del vertice di Vivendi in occasione dell’incontro del 19 Giugno, in quanto l’ azienda francese avrebbe lasciato trapelare l’intenzione di uscire da Mediaset, inducendo il mercato a vendere. Sembra una strategia del colosso francese dei media per sabotare l’operazione MfE, in quanto, laddove, i titoli azionari di Mediaset Italia e Mediaset Spagna avessero dei prezzi inferiori al prezzo di recesso, salterebbe il progetto di creare una Holding, vero obiettivo di Vivendi, che punta a recuperare la totalità dei diritti di voto sulle proprie quote azionarie (diritti di voto limitati dalla decisione dell’ Authority italiana data la contemporanea titolarità delle quote Mediaset e Telecom, in contrasto con il parare della commissione europea). Laddove Vivendi riuscisse a porre il veto sul trasloco ad Amsterdam, grazie al recupero del pieno diritto di voto, si potrebbe ipotizzare un compromesso.